Una 50enne di origine rumena, Mihaela Kleics, è stata trovata morta nel suo appartamento al terzo piano di una palazzina di via della Musica a Quartu Sant’Elena, alle porte di Cagliari, terza città più popolosa della Sardegna. Sul corpo sono state riscontrate alcune ferite e tagli riconducibili a coltellate: circa una decina su varie parti del corpo. A lanciare l’allarme è stata la sorella, che vive in Romania ed era preoccupata perché non aveva notizie della vittima da tre giorni. Sul posto sono arrivati carabinieri, scientifica, medico legale e Ris.

È stato rintracciato intanto il compagno, un cinquantenne. Poco dopo essere stato raggiunto dai carabinieri nelle campagne di Castiadas, si è inferto alcune coltellate e si è così procurato diverse ferite. L’uomo è stato trasferito in ospedale, dove lo raggiungerà a breve il medico legale per capire se è in condizioni di rispondere alle domane degli inquirenti. Nei suoi confronti potrebbe scattare un fermo di polizia giudiziaria per l’omicidio della donna.

I carabinieri lo cercavano da alcune ore: sapevano chi era perché già nelle scorse settimane erano intervenuti in quella abitazione per sedare alcune liti. In questi casi, a chiamare le forze dell’ordine erano stati i vicini di casa, allarmati per le urla. Hanno raccontato di averli sentiti litigare e di aver udito l’uomo gridare (alla donna) “ti ammazzo, ti ammazzo‘, mentre lei lo invitava ad andarsene. L’ultima volta risale a sabato scorso. In passato era invece intervenuta un’ambulanza i cui medici avevano medicato la donna. Di poche ore fa invece un altro caso di (tentata) aggressione contro le donne, che è stato sventato dalle forze dell’ordine. A Sarzana, vicino La Spezia, un impiegato aziendale aveva offerto a un sicario la somma di 30mila euro per uccidere moglie e suocera chiedendo l’esecuzione di un ‘lavoretto pulito’.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Occupazione al liceo Plauto di Roma: attimi di tensione tra studenti e polizia – Video

next
Articolo Successivo

Insegnate uccisa nel Bolognese a ottobre: arrestato il vicino. Le sparò con un fucile calibro 12

next