Un altro morto sul lavoro. Succede a Monterotondo, vicino a Roma, dove venerdì intorno alle 14 in un deposito industriale, un operaio romeno di 36 anni, Adrian Dragomir, è stato vittima di un incidente mortale. Era impegnato nella manutenzione delle grondaie sul tetto dello stabile, quando ha ha messo un piede sul lucernario che ha ceduto. Subito gli operai che erano con lui hanno chiamato il Numero unico delle emergenze 112, chiedendo l’intervento immediato di un’ambulanza. Ma l’uomo, caduto da 15 metri, è morto sul colpo. Sul posto sono poi intervenuti i medici del 118, che però hanno potuto soltanto constatare il decesso.

Giunti per i rilievi anche i carabinieri di Monterotondo che, con l’Ispettorato del lavoro, stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente e se esistono responsabilità a carico della ditta . La salma si trova ora a disposizione dell’autorità giudiziaria di Tivoli ed è stata trasferita all’istituto di medicina legale de La Sapienza per l’autopsia. La procura della Repubblica di Tivoli ha aperto un fascicolo per omicidio colposo sull’incidente.

(Foto di repertorio)

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Landini: “Il 16 dicembre tutto il Paese scioperi, metodo del governo ammazza rappresentanza. Ora ricomincino a tutelare i più bisognosi”

next
Articolo Successivo

Caterpillar chiude a Jesi, gli operai in presidio dopo l’annuncio. “Solo capitalismo estremo. L’azienda è sana e si lavora su tre turni”

next