“Abbiamo, durante i mesi passati, sviluppato altre versioni del vaccino anti-Covid, proprio per tentare di essere pronti nel caso di nuove varianti” di Sars-CoV-2. “Poi, allo stesso tempo, ci siamo messi in moto per generare un vaccino che, appunto, è disegnato proprio per questa nuova variante” Omicron “e dovremmo essere in grado di iniziare degli studi clinici a gennaio“. Lo ha spiegato Andrea Carfi, Chief Scientific Officer di Moderna, ospite di ‘e-Ventì su Sky Tg24. “Moderna – ha evidenziato – ha dimostrato nei mesi precedenti di essere in grado di partire dalla sequenza e di arrivare a studi clinici entro 40-60 giorni. Quindi speriamo, entro gennaio, di poter fare anche questi test”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Daniele Sansone, ex calciatore 35enne trovato morto nel suo letto: disposta l’autopsia

next
Articolo Successivo

“Il mondo di Francesco”, lo speciale di Sky per gli 85 anni di Papa Bergoglio. La clip di anticipazione sul capitalismo

next