“Sappiamo che i virus mutano e siamo pronti. Credo che dobbiamo essere molto cauti adesso: non sappiamo se sarà necessario (modificare i vaccini, ndr), ma abbiamo dei piani e lavoriamo con i regolatori internazionali per garantire di essere pronti al peggio anche se speriamo per il meglio”. A dirlo Emer Cooke, direttrice esecutiva dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema) in audizione al Parlamento europeo. “Abbiamo molti più strumenti adesso rispetto all’anno scorso contro questa pandemia: i vaccini restano lo strumento chiave”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, futuro cancelliere tedesco: “Ora obbligo vaccinale per tutti”. Si pensa di inviare altri pazienti all’estero. Johnson: “Terza dose a tutti gli adulti entro gennaio”

next
Articolo Successivo

Germania, lasciò morire una bambina yazida di 5 anni: condannato all’ergastolo ex combattente di Isis

next