No green pass a Genova e Firenze, insulti e minacce a politici e giornalisti. La polizia di Stato ha eseguito 24 perquisizioni a carico di appartenenti a sodalizi no vax e no green pass molto attivi su canali Telegram, nei confronti dei quali vengono ipotizzati reati che vanno, a seconda delle diverse singole posizioni, dalla costituzione e partecipazione ad associazione segreta, all’istigazione, all’interruzione di pubblico servizio e all’associazione per delinquere finalizzata a compiere danneggiamenti. Nello specifico il Compartimento di polizia postale e delle Comunicazioni della Liguria, in collaborazione con le Digos delle Questure territorialmente competenti, ha eseguito 24 perquisizioni disposte dalla Dda della procura della Repubblica di Genova. L’indagine è stata avviata nel più ampio contesto degli accertamenti volti a identificare gli autori di minacce rivolte a esponenti delle istituzioni regionali e a un medico infettivologo. Sequestrati account social e device.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cane pastore asiatico sbrana uno yorkshire e ringhia contro due donne: un cacciatore gli spara con un fucile

next
Articolo Successivo

Maltempo in Puglia, allagamenti sulla costa sud del Salento: scuole chiuse a Otranto – Video

next