Scontro finale oggi sul ddl Zan nell’aula del Senato dopo il fallimento, ieri, di ogni tentativo di trovare un accordo tra i partiti. Lega e Fratelli d’Italia vogliono andare direttamente al voto finale evitando l’esame degli emendamenti. Entrambi i voti, con una richiesta sottoscritta da venti senatori, sarebbero a scrutinio segreto. Secondo Di Maio “Il Ddl Zan dovrebbe diventare legge in pochi minuti”. Le “ancora forti discriminazioni” verso gli omosessuali sono “inaccettabili”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tra gli adolescenti crescono i disturbi psichiatrici. Per questo va potenziato il supporto psicologico

next