Più di 100mila euro nascosti nella lavatrice. Altri soldi, insieme a orologi di valore, nascosti nel forno e in altre zone della casa. È la scoperta fatta da Guardia di finanza, carabinieri e polizia durante la perquisizione di un’abitazione in provincia di Brescia. L’operazione, denominata “Atto finale”, ha portato all’esecuzione 12 misure cautelari in carcere e due ai domiciliari in contesti di criminalità organizzata di stampo mafioso (‘ndrangheta) e per usura ed estorsione commessi con metodo mafioso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Frosinone, trova i ladri in casa e spara: un morto. Il sindaco di Santopadre: “Doppia tragedia, è il momento del silenzio”

next