Caos in Sudan dopo l’arresto di alcuni membri del governo. Anche il primo ministro sudanese Abdallah Hamdok, secondo alcuni media, è stato arrestato dai militari ed è stato portato in un “luogo non identificato”. I servizi internet sono stati interrotti in tutto il Paese e diversi manifestanti hanno bloccato le strade della capitale per protestare contro le detenzioni, dando fuoco a diversi pneumatici. Il Sudan sta attraversando una transizione segnata da divisioni politiche e lotte di potere dopo la cacciata di Bashir nell’aprile 2019. Dall’agosto 2019, il Paese è guidato da un’amministrazione civile-militare incaricata di sovrintendere alla transizione verso un governo del tutto formato da civili.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, l’immunologo Fauci: “Se tutto va bene in Usa vaccini disponibili per i bambini entro la seconda settimana di novembre”

next