HMD Global, licenziataria del marchio Nokia per gli smart devices, ha annunciato l’arrivo sul mercato del nuovo tablet Android dello storico brand finlandese, il Nokia T20, volendo portare anche in questo segmento la stessa filosofia adottata con i suoi più recenti smartphone: Love It, Trust It, Keep It.

Il Nokia T20 si presenta con una scheda tecnica abbastanza interessante per la fascia di prezzo in cui si inserisce (200-300 euro), che vede un ampio display 2K da 10.4″, SoC Unisoc Tiger T610 con CPU Octa Core ad 1,8GHz associati a 4GB di RAM, 64GB di memoria espandibile tramite microSD, fotocamere da 5MP all’anteriore e da 8MP al posteriore. Completano il tutto gli speaker stereo con tecnologia OZO Playback ed un’ampia batteria da 8200mAh.

Il tablet a marchio Nokia arriverà con a bordo Android 11, con 2 anni di aggiornamenti alle major release e 3 anni di aggiornamenti mensili di sicurezza garantiti e, per offrire il miglior utilizzo in famiglia, integrerà Google Kids Space, il servizio di Google che permette di creare un ambiente dedicato a bambini e ragazzi, offrendo loro solo contenuti ed app verificate e consigliate per la loro età. Per le aziende, invece, il nuovo T20 può far affidamento alla certificazione Android Enterprise Recommended (AER) che Google rilascia per quei dispositivi che soddisfano i suoi requisiti per l’utilizzo in ambiente business

Nokia T20 sarà in vendita in Italia a partire dalla metà di ottobre in due versioni: solo WiFi, a 239€, o LTE+WiFi, con un prezzo di 249 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Twitch, attacco hacker alla piattaforma di streaming: online i dati sensibili dell’azienda di Amazon e le paghe degli streamer

next
Articolo Successivo

Il sito del Ministero della Giustizia è offline ma non è colpa degli hacker

next