L’autorità giudiziaria tedesca ha concesso all’Italia l’estradizione di Rassoul Bissoultanov, ceceno ritenuto uno dei tre responsabili dell’assassinio di Niccolò Ciatti, il 22enne di Scandicci (Firenze) pestato a morte fuori da una discoteca di Lloret de Mar, in Spagna, il 13 agosto del 2017. Lo comunica in una nota il ministero degli Esteri, esprimendo “grande soddisfazione“. Bissoultanov, cittadino russo di origine cecena, ha 28 anni ed è un altleta di lotta libera. Secondo l’accusa è stato lui a sferrare il calcio alla testa risultato fatale per il ragazzo italiano.

Già arrestato e rinviato a giudizio in Spagna, il ceceno era stato scarcerato per decorrenza dei termini nei mesi scorsi. L’estradizione concessa dalla Germania fa seguito a un mandato di arresto europeo emesso dalla Procura di Roma nel 2020, sulla base del quale la polizia tedesca ha arrestato Bissoultanov il 3 agosto scorso nel proprio territorio. “I costanti contatti delle Ambasciate a Berlino e Madrid con le rispettive Autorità locali hanno consentito di conseguire questo importante risultato, fondamentale per evitare che l’accusato possa sottrarsi alla giustizia”, conclude la nota della Farnesina.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Patata bollente”, Feltri e Senaldi condannati per diffamazione: multa di 11mila euro per il titolo di Libero su Virginia Raggi

next
Articolo Successivo

Luca Morisi, nelle chat è l’escort romeno a proporre la “droga dello stupro” per il festino: “Ti portiamo anche G., ti piacerà molto”

next