Amazon ha tolto i veli alla nuova generazione del suo e-book reader Kindle annunciando i nuovi Kindle Paperwhite e Paperwhite Signature Edition.

Entrambi i modelli possono vantare un display antiriflesso da 6,8″ che, nelle parole del colosso statunitense, dovrebbe permettere un’alta leggibilità anche alla luce diretta del sole, oltre ad offrire il 10% in più di luminosità rispetto al passato. Il Signature Edition equipaggia un sensore che permette la regolazione automatica della luminosità dello schermo, nel tentativo di offrire sempre quella adatta alle condizioni di luce esistenti, rimanendo possibile, come sull’altro modello, regolarla manualmente o optare per la modalità testo bianco su sfondo nero.

I nuovi Kindle offrono un hardware più potente ed una maggiore autonomia rispetto ai modelli passati, riuscendo a raggiungere -secondo il produttore- fino a 10settimane d’uso con una singola carica, richiedendo 2 ore e mezza per essere nuovamente ricaricati al 100% con un adattatore da almeno 9W. Il solo Kindle Paperwhite Signature Edition offre inoltre la ricarica wireless, utilizzando un caricatore senza fili compatibile con Qi.

Le novità per gli ebook reader di Amazon non si fermano solo all’hardware, i due nuovi Kindle infatti godranno di un’interfaccia ridisegnata che, nelle intenzioni del produttore, dovrebbe offrire un’esperienza semplificata rispetto al passato, che integri tutte le funzionalità che hanno reso celebre il dispositivo, come Whispersync e World Wise.

Il nuovo Kindle Paperwhite sarà in preordine da oggi, con consegne a partire dal 27 ottobre, con un prezzo di partenza di 139,99€ per la versione da 8GB, mentre per il Kindle Paperwhite Signature Edition il prezzo partirà da 189,99€ per la versione con 32GB di memoria, le consegne in questo caso inizieranno dal 10 novembre.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tales of Arise: un balzo in avanti rispetto ai predecessori grazie a un ottimo sistema di combattimento e ambientazioni all’altezza

next
Articolo Successivo

Diablo II: Resurrected, il celebre gdr di Blizzard torna fra le mani dei giocatori a 20 anni dal lancio

next