Il presidente e la vice presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini ed Elly Schlein, hanno risposto alla lettera aperta, apparsa sulle testate del Quotidiano Nazionale -QN, del produttore e cantante Cosmo che dovrebbe tenere tre concerti a ottobre (1-2 e 3) all’Arena Parco Nord di Bologna in una tensostruttura che con ricircolo dell’aria, Green Pass e tamponi rapidi. Di fatto Cosmo ha fatto un appello alla Regione – ma anche al Governo – affinché si possa, attraverso lo strumento del Green Pass e dei tamponi, prevedere la capienza piena ma in sicurezza.

Purtroppo, il Governo ha preferito l’ipocrisia. Ha preferito voltarsi dall’altra parte e lasciare le briciole al nostro settore (…) – ha scritto Cosmo – Inoltre, e questo è un altro aspetto che il governo finge di ignorare, le capienze attuali rendono insostenibile la produzione di gran parte degli eventi. I festival messi in piedi quest’estate sono quasi esclusivamente quelli che beneficiavano di finanziamenti. Questo costituisce, di fatto, una discriminazione. E segna una ripartenza che definire falsa è un eufemismo, perché sul lungo periodo – ma anche sul breve – sarà impossibile continuare con queste modalità, e in tanti saranno tagliati fuori, costretti a mollare e cambiare lavoro”.

E ancora “Questo concerto è rimandabile, figuriamoci, senza che il mondo finisca. E sia chiaro: non è (solo) per l’aspetto economico e lavorativo che lo stiamo mettendo in piedi. Questo evento ha un significato che lo rende urgente, un significato politico nel senso più alto del termine (…) La musica elettronica come linguaggio dei giovani, l’aggregazione, la socialità e il ballo sono stati messi in coda a tutto, finora. La pandemia è stata la cartina al tornasole dei valori e delle priorità di chi ci governa, e della sordità diffusa che sta ancora prevalendo tra le forze politiche”.

Cosmo poi ha chiesto con fermezza: “Ora basta. Non sono qui a chiedervi di fare l’impossibile, ma bisogna dare un segnale. Al governo. Insieme. Nel resto d’Europa (UK, Francia, Germania, Belgio, Olanda, Svizzera e diversi paesi dell’Est) quest’estate ci sono già stati moltissimi festival outdoor e serate con migliaia di persone tutte vicine e in piedi. Gli ingressi, guarda un po’, erano possibili solo col Green Pass (…) dopo che tutta Europa ha fatto esperimenti entro l’inizio del 2021 e ha già messo in pratica i protocolli quest’estate. Noi siamo disponibili a essere i primi. L’importante è che il concerto avvenga già ad ottobre. Perché sappiamo che non è più il caso di aspettare. L’incantesimo pandemico va rotto, e bisogna iniziare a voltare pagina”.

Dopo qualche ora Stefano Bonaccini ed Elly Schlein dopo i ringraziamenti di rito a Cosmo “per il tono e gli argomenti usati”, hanno scritto di condividere i concetti espressi e “le tue parole comprensibili e condivisibili vanno nella giusta direzione”. Bonaccini e Schlein ribadiscono naturalmente l’importanza dei vaccini per fermare la pandemia per poi sottolineare che il Governo sta lavorando all’estensione del Green Pass e auspicano “ulteriori passi avanti” come l’aumento della capienza nei cinema e nei teatri – ma anche ai concerti all’aperto – riducendo il distanziamento grazie al green pass. “Una proposta dell’Emilia Romagna avanzata dall’assessore alla Cultura e al Paesaggio Mauro Felicori e ora sostenuta da altre Regioni” da sottoporre all’Esecutivo a ai ministri competenti. La missione è anche quella di far sì che ci sia “l’impulso a vaccinarsi”. Presidente e vicepresidente entrano poi nel merito del concerto di Cosmo: “Con altrettanta chiarezza e coerenza dobbiamo però dire che una Regione non può derogare dalle norme nazionali in vigore, perché così prevede giustamente la nostra Costituzione Le regole vanno rispettate e, nel caso, cambiare, aggiornare, Noi crediamo ci siano e condizioni per farlo (…) su questo ti assicuriamo il nostro impegno in sede di Conferenza Stato-Regioni”. Si attendono nei prossimi giorni ulteriori sviluppi sul tema sollevato da Cosmo e soprattutto se i tre concerti si potranno realizzare. Sarebbe un caso unico nel contesto degli eventi live e creerebbe un precedente importante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il mercato discografico cresce. E la musica fisica torna più in forma che mai

next
Articolo Successivo

Mahmood rimanda per la terza volta il tour: “Non considerati da uno Stato la cui maggior parte dei rappresentanti pensa solo a litigare sui social, ora ci ascoltino”

next