La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato che è stato raggiunto il target del 70% degli adulti europei vaccinati contro il Covid-19. “Voglio ringraziare le tante persone che hanno reso possibile questo grande traguardo. Ma dobbiamo andare oltre!”, ha incalzato la presidente, sottolineando la necessità di vaccinare quanti più europei possibile e di “aiutare anche il resto del mondo”.

Il target andava raggiunto “entro la fine dell’estate”, ha specificato la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides, sottolineando che però “gli sforzi per aumentare ulteriormente le vaccinazioni in tutta l’Ue proseguono senza sosta”. “Continueremo a sostenere in particolare gli Stati membri che incontrano ancora problemi. Dobbiamo colmare il divario di immunità e chiudere la porta alle nuove varianti”, ha poi precisato Kyriakides.

A inizio giugno l’Organizzazione mondiale della sanità aveva avvertito l’Ue sui tassi di vaccinazione, sottolineando che “la distanza da percorrere prima di raggiungere almeno l’80% di copertura della popolazione adulta” era “ancora considerevole”. Al monito, la Commissione Ue non aveva risposto direttamente, ma in generale, tramite un portavoce, aveva fatto sapere di voler garantire “il raggiungimento del target del 70% di adulti vaccinati nell’Ue per fine luglio”.

In totale, fa sapere un portavoce della Commissione Ue, a oggi hanno ricevuto un “ciclo completo di vaccinazione” oltre “256 milioni di adulti dell’Unione europea”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Afghanistan, su profughi e rifugiati un’altra occasione persa per l’Ue

next