Rischiano la vita, ma continuano a sostenere, peraltro senza alcuna motivazione scientificamente valida, la scelta di non vaccinarsi”. Andrea Gori, direttore di Malattie infettive al Policlinico di Milano, esprime in un’intervista al Corriere della Sera tutta la sua preoccupazione per l’atteggiamento dei No vax, che definisce “senza giustificazioni”. “Sono convinto che il Sistema sanitario possa gestire un’eventuale nuova ondata, ma davvero non ce la meritiamo”, prosegue il medico. Gli strumenti per evitarla, sottolinea, ci sono: i vaccini stessi. Eppure il reparto covid del suo ospedale è pieno e il 90% delle persone ricoverate non sono vaccinate.

Sul prossimo rientro a scuola, Gori sottolinea la necessità di tutelare la didattica in presenza e la conseguente importanza di vaccinare i giovani dai 12 ai 17 anni. Proprio loro, specifica nell’intervista, stanno “dimostrando un grande senso di responsabilità” perché scelgono di ricorrere all’iniezione e limitano così la circolazione del virus. Se la grande efficacia dei vaccini permette ottimismo in merito alla possibilità che il virus diventi endemico, ribadisce che ci sono però alcune variabili da tenere in considerazione: fra queste proprio il numero di persone non immunizzate.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bologna, violenta 12enne amica della figlia: 30enne rischia linciaggio e poi viene fermato dalla polizia

next
Articolo Successivo

Papa Francesco dimissionario? Dopo la malattia si è aperto il pre conclave ma nulla fa pensare a un addio

next