Proseguono le ruberie di sabbia, ciottoli e conchiglie dalle spiagge della Sardegna. Nel solo mese di luglio i funzionari dell’Agenzia delle dogane di Sassari in servizio nell’aeroporto di Alghero hanno rinvenuto complessivamente 1,4 chili di sabbia contenuta in bottiglie di plastica, 743 ciottoli di mare, 43 conchiglie e una roccia del peso di 1,2 chili illecitamente prelevati dagli arenili sardi di Is Aruttas, nella penisola oristanese del Sinis, de Le Saline di Stintino e della spiaggia del Lazzaretto di Alghero. Per i passeggeri coinvolti, che hanno dichiarato di ignorare la normativa ambientale in questione, è scattata una sanzione amministrativa che va da un minimo di 500 a un massimo di 3mila euro

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, occupazione delle intensive sale al 10%: ora tutti i parametri sono da zona gialla

next
Articolo Successivo

Rave party su lago di Mezzano, ancora nessuno stop. L’assessore alla Sanità: “Situazione fuori controllo, si deve intervenire”

next