Tempi duri per chi ancora possiede un vecchio smartphone Android che proprio si ostina a non voler cambiare, Google ha annunciato che tra qualche settimana non supporterà più alcune delle più vecchie versioni del proprio sistema operativo mobile. Ecco le versioni di Android che verranno abbandonate.

Non preoccupatevi, è molto improbabile che il vostro smartphone abbia a bordo ancora una delle versioni di Android che non saranno più supportate da Google. Secondo i dati condivisi dal gigante americano riguardo la distribuzione delle versioni del suo sistema operativo i dispositivi che utilizzano ancora Android 4.0 Ice Cream Sandwich o precedente contano appena per lo 0,2% del totale.

Calcolando che Google ha annunciato di voler rimuovere il supporto solamente ad Android 2.3.7 Gingerbread o precedenti, la percentuale di utenti che verranno colpiti dal cambiamento che entrerà in vigore il 27 settembre è ancora più bassa.

android, mobile, apps

“Come parte dei nostri continui sforzi per mantenere i nostri utenti al sicuro, Google non permetterà più l’accesso ai dispositivi Android che eseguono Android 2.3.7 o inferiore a partire dal 27 settembre 2021“, afferma l’azienda. “Se accedi al tuo dispositivo dopo il 27 settembre, potresti ottenere errori di nome utente o password quando cerchi di utilizzare prodotti e servizi Google come Gmail, YouTube e Maps“.

Android 2.3.7 è la versione finale di Gingerbread che è stata rilasciata circa 10 anni fa ed è molto probabile che il vostro smartphone sia da allora stato aggiornato o che abbiate dovuto sostituirlo per qualsivoglia motivo. Se state rimanendo ancora aggrappati ad uno smartphone di quell’era, però, ecco tutte le versioni di Android su cui non sarà più possibile effettuare il login:

  • Android 1.5 Cupcake
  • Android 1.6 Donut
  • Android 2.0/2.1 Eclair
  • Android 2.2 Froyo
  • Android 2.3.x Gingerbread

Provando ad utilizzare Android 2.3.7 o inferiore dopo la scadenza del 27 settembre, si sarà ancora in grado di utilizzare alcuni servizi di Google effettuando il login sul browser del dispositivo secondo Google. I dispositivi con a bordo Android 3.0 Honeycomb continueranno ad essere in grado di accedere agli account Google, se quindi il vostro vecchio dispositivo può essere aggiornato, è il momento di fare il grande salto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

ASUS ROG Gladius III Wireless, recensione. Ottimo mouse gaming con un prezzo un po’ elevato

next
Articolo Successivo

Regione Lazio, la Waterloo hi-tech è una dolorosa lezione

next