Alla Camera sono in discussione le questioni pregiudiziali di costituzionalità della riforma della giustizia, in Aula si susseguono interventi dei gruppi di opposizione. L’ex pentastellato Andrea Colletti (Alternativa c’è) si rivolge proprio agli ex colleghi: “Oggi e domani sono i giorni delle decisioni irrevocabili, dovete decidere se volete essere uguali ai partiti che avete sempre combattuto oppure se volete svendere la vostra coscienza e dignità per le poltrone dei pochi dirigenti del fu Movimento 5 Stelle. Colleghi, non accettate la minaccia di espulsione, noi ci siamo già passati. Dovreste adempiere al vostro mandato con dignità e onore. Con il vostro voto evitate di essere complici dell’impunità di corrotti, corruttori e mafiosi”. Terminato l’intervento prima i deputati del gruppo mostrano dei cartelli, rimossi dai commessi della Camera, poi si è levato il coro “Onestà, onestà”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riforma della giustizia, alla Camera si discute da un’ora quando arriva la notizia degli ori di Jacobs e Tamberi: ecco la reazione dell’Aula

next
Articolo Successivo

Riforma Giustizia, Camera boccia pregiudiziali di costituzionalità Ddl penale: il momento del voto

next