Per prevenire un’ulteriore diffusione della variante Delta, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle malattie negli Stati Uniti (Cdc) hanno aggiornato le linee guida contro il Covid, raccomandando alle persone completamente vaccinate l’uso di mascherine. “Anche se sei completamente vaccinato e vieni infettato dalla variante Delta, puoi diffondere il virus ad altri”. Stesso principio di precauzione vale per le persone non vaccinate, “continuare a usare la mascherina”.

È linea condivisa, nella comunità scientifica americana e internazionale, che le precauzioni debbano restare alte. Anche David Weber, professore presso la University of North Carolina School of Medicine di Chapel Hill e membro del consiglio di amministrazione della Society of Healthcare Epidemiology, intervistato dalla Cnn, ha sostenuto che i sintomi Covid “sono molto più lievi nelle persone vaccinate, ma se vuoi proteggere i tuoi figli sotto i 12 anni o i nipoti, o proteggere le persone immunocompromesse che non possono vaccinarsi, oltre a proteggere la tua salute – anche da malattie lievi – allora devi indossare una mascherina al chiuso”.

Nel briefing di martedì, i Cdc hanno elaborato nuovi dati epidemiologici, “questa non è una decisione che abbiamo preso alla leggera” ha detto Rochelle Walensky, la direttrice dei Cdc, che ha rinnovato l’invito ad agire con precauzione. “Negli ultimi giorni ho visto nuovi dati scientifici provenienti da recenti indagini sull’epidemia che mostrano come la variante Delta si comporti in modo diverso dai ceppi passati del virus che causano il Covid-19 – continua – Stimiamo che il rischio di un’infezione improvvisa con sintomi dopo l’esposizione alla variante Delta, per un vaccinato, sia ridotta di sette volte. La riduzione è di venti volte per ricoveri e decessi, ma queste nuove conoscenze sono preoccupanti e sfortunatamente meritano un aggiornamento delle nostre raccomandazioni”, ha concluso.

Questo vale anche per i viaggi e gli spostamenti, “se hai completato il ciclo di vaccinazione (14 giorni dopo la seconda dose o dopo il monodose Janssen) devi comunque mostrare un test negativo, e nel caso di ex malati la documentazione di avvenuta guarigione, prima di imbarcarti su un volo per gli Stati Uniti. Poi, dovresti comunque sottoporti a un test Covid entro 3-5 giorni al rientro da un viaggio internazionale. I Cdc sottolineano, alla fine del briefing, che “indossare la mascherina sul naso e sulla bocca è obbligatorio su aerei, autobus, treni e altri mezzi di trasporto pubblico”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Germania, il documento del Koch Institut: “È iniziata la quarta ondata, servono le restrizioni per tenerla sotto controllo”

next
Articolo Successivo

Il Covid ha ucciso Karapiru (“Falco“) Awá dopo un’incredibile vita fatta di lotta e resilienza

next