Napoli blindata per il corteo di protesta organizzato contro il G20 sull’ambiente che si sta svolgendo in questi giorni nel capoluogo campano. Al corteo partito da piazza Dante hanno preso parte circa 2000 persone tra attivisti, collettivi ambientalisti e studenteschi. Non c’è stato nessun momento di tensione eccetto un lancio di palloncini pieni d’acqua all’indirizzo delle forze dell’ordine, quando il corteo ha raggiunto piazza Bovio. Attraverso un massiccio dispiegamento di polizia, carabinieri e guardia di finanza, i manifestanti sono stati tenuti molto distanti da Palazzo Reale, sede del summit dei ministri dell’Ambiente dei Paesi partecipanti. “Fare il G20 sull’Ambiente a Napoli, in Campania – dicono i manifestanti – la riteniamo una provocazione visto che è tra le regioni d’Europa dove si muore di più a causa di disastri ambientali e di altri scempi, ci chiediamo se i ministri dei paese Ue abbiano visitato Terra dei Fuochi o i tanti altri siti di interesse nazionale che si trovano in questo territorio. Questa per noi – concludono – è solo l’ennesima passerella”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, sequestrate 1,3 milioni di mascherine importate dalla Cina dall’azienda di Irene Pivetti: valgono 3,2 milioni di euro

next
Articolo Successivo

Coronavirus, forte aumento dell’indice Rt e dell’incidenza nell’ultima settimana: schizzano a 1,26 e 41. Ecco il monitoraggio dell’Iss

next