Dal suo debutto nel 2017 Seat Arona è diventato uno dei pilastri principali della gamma del marchio. Il Suv urbano è stato il secondo modello Seat più venduto l’anno scorso e, con il restyling, promette di fare anche meglio. Il piccolo Suv compatto è sbocciato, è diventato più maturo e cambia molto, sia fuori che dentro. Guadagna anche un nuovo allestimento: Xperience, destinato a piacere molto alle donne. Con la tecnologia di illuminazione completamente a Led, di serie, si affianca agli altri tre: Reference, Style ed FR. Già ordinabile, arriverà in agosto nelle concessionarie.

Disponibile con cinque diversi propulsori con alimentazioni a benzina (TSI) e a metano (TGI). Tra i primi rientra il motore 1.0 TSI da 95 cv con il cambio manuale a cinque rapporti con una coppia da 175 Nm, mentre la versione più potente del tre cilindri eroga 110 cv e 200 Nm di coppia e può essere abbinato a un cambio manuale a sei rapporti o a un cambio DSG doppia frizione a sette marce. Il motore più performante della gamma è il quattro cilindri 1.5 Eco TSI con 150 cv e una coppia da 250 Nm. La versione a metano ha un propulsore 1.0 TGI da 90 cv che, abbinato al cambio manuale a sei rapporti, ha 160 Nm di coppia.

Noi abbiamo provato il 1.0 da 110 cv con il cambio manuale, nell’allestimento Xperience.

Seat Arona, un look più deciso e robusto

Il design esterno di Seat Arona guadagna in personalità e carattere e diventa più deciso, grazie soprattutto al nuovo frontale. I nuovi fari fendinebbia sono incastonati nei nuovi paraurti, il tutto in posizione rialzata e centralizzata, per aumentare l’imponenza della vettura. Lo spoiler anteriore in argento reflex non passa inosservato mentre al posteriore si trovano nuovi spoiler e diffusori che scolpiscono l’auto. Sul portellone, col lettering in corsivo, c’è la “firma” dell’auto. Nuovi anche i cerchi in lega che impreziosiscono l’auto lateralmente: una nuova opzione da 17” e due da 18”. Dieci le tonalità di colori disponibili per la carrozzeria, tra cui tre nuovi colori: Verde Camouflage, Blu asfalto e Blu zaffiro. Le donne che vogliono personalizzare al massimo possono scegliere anche tra tre colorazioni per creare il tetto a contrasto: Nero Midnight, Grigio Magnetico e il nuovo Bianco Candy.

Comfort

Accomodandosi al posto di guida si respira un’aria completamente nuova da diversi punti di vista: materiali, tecnologia, connettività e sistemi di illuminazione. Nuovo il volante multifunzione rivestito in pelle Nappa, dietro al quale c’è il Seat Virtual Cockpit da 10,25”. Inedito il cruscotto soft touch, anche il sistema di infotainment ha un display centrale sospeso più grande, che può essere da 8,25” o 9,2”. Si può interagire con il riconoscimento voce naturale attivabile con il comando “Hola, Hola”. L’ambiente è accogliente e molto fresco, grazie anche all’illuminazione intorno alle prese d’aria che sono incorniciate da Led di colori diversi a seconda dell’allestimento: Rosso Daring per FR, Verde Aran per Xperience, Giallo Miele per Style e Reference. Il bagagliaio mantiene la stessa capacità, di 400 litri.

Tecnologia

Seat Arona è connessa sia a bordo che fuori e ha il sistema Seat Full Link Wireless, che permette di interagire con le app del proprio smartphone attraverso il sistema di infotainment. Ci sono inoltre ai servizi Seat Connect e l’eSIM integrata. Scaricando Seat Connect App si ha l’accesso ai servizi da remoto che includono, tra l’altro: la possibilità di vedere i dati della propria Arona, le notifiche sulla velocità, in modo da essere avvisati se qualcuno alla guida sta andando troppo veloce, le notifiche antifurto,
aprire e chiudere l’auto da remoto, attivare l’avvisatore acustico e gli indicatori di direzione per trovare più facilmente l’auto parcheggiata. Sull’auto sono arrivati anche nuovi sistemi di assistenza alla guida come il Travel Assist, che provvede alla guida semi-automatica, adeguando l’andatura alle condizioni variabili di traffico. Ci sono inoltre il Lane Assist, il Side Assist, il riconoscimento della segnaletica stradale e l’assistente per le luci abbaglianti. Utile anche il Park assist, grazie al quale l’Arona si parcheggia da sola.

Il carattere della Seat Arona

La Seat Arona è un Suv compatto in cui ci si sente subito a proprio agio. Perfetto per muoversi in città, non disdegna comunque le lunghe percorrenze, con qualche divagazione anche tra i saliscendi o le curve, come quelle che abbiamo incontrato nel corso della nostra prova. Nei Paesi Baschi, dalle colline all’Oceano il motore 1.0, pur non essendo nato per essere sportivo, si è ben comportato, specialmente in termini di comfort. Il tre cilindri è di concezione moderna e non è come i vecchi che erano rumorosi ai bassi regimi e, anche nei tratti in autostrada, ho apprezzato la maggiore silenziosità.

La nostra versione con il cambio manuale però non rende piena giustizia al tre cilindri, che si abbina meglio al DSG a 7 marce e vale la pena spendere 1.500 euro in più per averlo. A proposito di prezzi, quello di partenza della Seat Arona è di 16mila euro, lo stesso della precedente con però 1.400 euro in più di contenuti, come i cerchi in lega, i fari full Led, il volante nuovo e il monitor da 8,25”. In alternativa è molto interessante versare un anticipo di 3.200 euro e 139 euro/mese per portarsi a casa il suv compatto, indistintamente nella versione benzina o metano.

Scheda tecnica

Motore: 3 cilindri TSI

Cilindrata: 999 cc

Cambio: manuale a 6 marce

Potenza massima: 110 cv e 200 Nm coppia

Consumo dichiarato (ciclo combinato): 5,2-5,9 l/100 km WLTP

Emissioni CO2 (g/km) WLTP: 118-133

Volume bagagliaio: 400 litri

0-100 km/h: 10,6″

Prezzo di listino: da 16.000 euro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tesla Model 3, è l’inizio della fine della mia Vespa blu

next