Ha sentito il grido d’aiuto di un bagnante che stava per annegare, e si è tuffato dalla barca su cui si trovava per soccorrerlo. Per l’infettivologo romano Massimo Andreoni, un weekend di riposo si è trasformato – in parte – in una missione da bagnino. Dopo averlo riportato sulla terraferma e avergli praticato la respirazione bocca a bocca, però, ecco la scoperta sconcertante: l’uomo appena salvato dall’annegamento è un anti-vaccinista. “L’ho scoperto solo dopo aver parlato con la figlia, che era sopraggiunta nel frattempo”, ha raccontato all’AdnKronos il primario di Malattie infettive a Tor Vergata, che è anche presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e da mesi esposto a spiegare l’importanza dei vaccini nella lotta contro il Covid.

“È chiaro che questa persona, non vaccinandosi, ha messo a rischio la mia salute” commenta, precisando che la respirazione bocca a bocca lo ha esposto a un serio rischio di contagio. Certo – ci tiene a precisare – questo non significa che col senno di poi lo avrebbe lasciato in acqua: “Lo salverei di nuovo“, precisa, “ma dobbiamo prendere coscienza del pericolo che facciamo correre agli altri se decidiamo di non vaccinarci”. E conclude con un’esortazione: “Dobbiamo proteggere la salute di tutti ed evitare che i non vaccinati possano essere un pericolo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Venezia, finalmente la rinascita dopo la liberazione dal giogo delle grandi navi

next
Articolo Successivo

Colline del Prosecco, la denuncia dei parroci contro pesticidi e sbancamenti del terreno: “Condotta irresponsabile in nome del profitto”

next