Il leader della Lega Salvini in Versilia per promuovere i referendum della Lega, non perde l’occasione per qualche frecciata a Letta e non solo: “Una volta la sinistra, poteva piacere o non piacere, ma si occupava di lavoro, di operai, di insegnanti di precari, di diritti civili e adesso Letta di si occupa di Zan di Ius Soli e della nazionale che si deve inginocchiare a centro campo altrimenti è razzista. Capite bene che c’è Berlinguer che si rivolta nella tomba. Siamo passati da Togliatti a Fedez… mala tempora currunt”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Perché la propaganda di Grillo su prescrizione e governo tecnico si è rivelata dannosa

next
Articolo Successivo

I ‘fratelli di Greta’ voteranno per il Senato. Chissà se gli importa?

next