Matteo Berrettini fa la storia: il 25enne tennista azzurro, numero otto del mondo, supera il canadese Felix Auger-Aliassime e si qualifica alle semifinali del torneo di Wimbledon, la terza prova stagionale del Grande Slam. È il primo italiano ad arrivarci da 61 anni – nel 1960 a raggiungere lo stesso traguardo fu Nicola Pietrangeli – e il secondo in assoluto. Berrettini ha vinto in quattro set e poco più di tre ore di gioco, con il punteggio di 6-3, 5-7, 7-5, 6-3.

In finale troverà un altro giovanissimo, il 24enne polacco Hubert Hurkacz, riuscito nell’impresa di battere Roger Federer in tre set (6-3, 7-6, 6-0) in un’ora e 45 minuti. Il campione svizzero – attualmente alla nona posizione del ranking Atp – è uscito ai quarti di finale del torneo di cui è stato il vincitore per ben otto volte. Federer è completamente uscito dal match dopo il secondo set perso al tie-break, non riuscendo a portare a casa nemmeno un game nella terza ripresa. Per il giovane polacco è la prima semifinale in un torneo del Grande Slam.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salernitana in A: accettato il trust di Lotito, ma è costretto a vendere entro dicembre. E ora Gravina vuole sminare il caso Napoli-Bari

next