Una notte tranquilla per Papa Francesco ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, la prima dopo l’intervento chirurgico cui è stato sottoposto ieri pomeriggio, programmato per una stenosi diverticolare del sigma, e al quale il Pontefice “ha reagito bene”, secondo il bollettino diffuso in tarda serata. Fonti ospedaliere riferiscono informalmente di un decorso post-operatorio regolare. Il pontefice, stando alle previsioni, dovrebbe restare in ospedale per almeno cinque giorni. Accanto a lui ci sono due infermieri del Vaticano. Oltre al personale medico e infermieristico del Policlinico ci sono Massimiliano Strappetti, sanitario della Città del Vaticano, ed un altro infermiere di fiducia sempre del Vaticano. Al Gemelli è inoltre presente una rappresentanza della Gendarmeria Vaticana e un responsabile per la sicurezza che affianca la polizia di Stato.

Bergoglio, che ieri all’Angelus è apparso in ottima forma, è stato operato dal professor Sergio Alfieri, con l’assistenza del professor Luigi Sofo, del dottor Antonio Tortorelli e della dottoressa Roberta Menghi. “L’anestesia è stata condotta dal professor Massimo Antonelli, dalla professoressa Liliana Sollazzi e dai dottori Roberto De Cicco e Maurizio Soave. Erano altresì presenti in sala operatoria il professor Giovanni Battista Doglietto ed il professor Roberto Bernabei”. Il pontefice era arrivato intorno all’una in forma “anonima”, a bordo di una piccola berlina e un seguito ridotto al minimo, non più di due persone.

Forse anche in vista dell’intervento chirurgico a quale è stato sottoposto subito dopo, Bergoglio ha annunciato che il 12 settembre sarà a Budapest, in occasione della messa conclusiva del 52esimo Congresso eucaristico internazionale, e poi da lì fino al 15 si recherà in Slovacchia, visitando le città di Bratislava, Prešov, Košice e Šaštin. Un segnale di tranquillità per evitare di far allarmare i fedeli. L’intervento al quale è stato sottoposto il Papa arriva all’inizio di luglio, il mese da sempre riservato al riposto estivo dei Pontefici con la sospensione di tutte le udienze, sia quelle private che quelle generali del mercoledì. L’unico impegno previsto in agenda, oltre agli Angelus domenicali, è la messa del 25 luglio, nella Basilica Vaticana, per la I Giornata mondiale dei nonni e degli anziani istituita proprio da Bergoglio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parco archeologico di Velia, restauro da 160mila euro con rilievi dell’Anac: “Profili di carenze, approssimazioni e irregolarità”

next
Articolo Successivo

Puglia, arrestate 4 persone per finanziamento del terrorismo. Dalla Puglia 1 milione di euro ai foreign fighters dell’Isis

next