“In vista del voto una parte dei senatori si prepara ad affossare la legge a scrutinio segreto. E non sono i senatori di Italia viva. Certo io non so se tutti voteranno allo stesso modo, lo auspico. Ci sono divisioni interne sia al Pd sia al 5s. Troviamo una soluzione” altrimenti “facciamo finta di niente e per altri 10 anni non se ne parla più. Troviamo un compromesso serio e buono o si va alla conta e va come deve andare”. Lo ha detto Matteo Renzi, in una diretta Facebook in cui ha spiegato la posizione di Italia Viva sul ddl Zan, dove ora cerca l’intesa con la destra proponendo di tornare a un testo più simile alla legge firmata da Scalfarotto. “Io dico evitiamo il pericolo: con la Scalfarotto siamo certi di passare. Pensateci bene voi che sputate sentenze, noi stiamo cercando di salvarla la legge”. In vista del tavolo di domani il leader di Iv si dice a favore di portare in Aula il provvedimento: “Io sono per votare il provvedimento” ma “se Calderoli fa milioni di emendamenti qualcuno va a scrutinio segreto, si rischia”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zan: “I termini ‘omofobia’ e ‘transfobia’ del testo Scalfarotto non si possono usare in una legge. Servono parole neutre, lo spiegano i giuristi”

next
Articolo Successivo

Ddl Zan, perché la modifica proposta da Italia Viva rischia di rendere incostituzionale il testo

next