“Il presidente ha scelto il 21 giugno per annunciare la riapertura delle discoteche dal 9 luglio. Con accesso riservato a chi può esibire il certificato sanitario e con la possibilità di avere il 100% degli accessi per le discoteche all’aperto e il 75% al chiuso”. Così il ministro francese per la piccola e media impresa Alain Griset ha annunciato insieme alla ministra della cultura Roselyn Bachelot, la ripartenza di alcuni settori, tra cui quello delle sale da ballo e dei concerti. In entrambi i casi la mascherina non sarà “obbligatoria” ma solo “raccomandata”, come ha sottolineato Bachelot. “Nel caso in cui venga richiesta il pass sanitario, ossia per i concerti in piedi con più di mille persone, indossare la mascherina non sarà più obbligatorio, ma solo consigliato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Raduno all’alba a Stonehenge per il solstizio d’estate: decine di persone hanno scavalcato il recinto nonostante le norme anti-Covid – Video

next
Articolo Successivo

Gerusalemme, scontri a Sheikh Jarrah, il quartiere delle “case contese”: le guardie di frontiera pattugliano le strade – Video

next