Due buste con proiettili sono state inviate alla vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, l’ex candidata governatrice Valeria Ciarambino (M5s). Le due buste – una inviata lunedì scorso, l’altra ieri – sono state bloccate dagli scanner del Centro di smistamento di Poste italiane e consegnate alla Polizia, che ha avvertito l’esponente pentastellata. La prima busta conteneva due proiettili, la seconda, oltre a un proiettile, recava un messaggio con l’invito a “stare zitta”. L’esponente del M5s ha detto alla Digos di non aver mai ricevuto in precedenza minacce o messaggi intimidatori. La Prefettura sta valutando l’assegnazione di una scorta.

Messaggi di solidarietà sono arrivati a Ciarambino da tutto il Movimento 5 Stelle, a partire dal leader in pectore, l’ex premier Giuseppe Conte. “La mia vicinanza, il mio massimo sostegno a Valeria Ciarambino per le ignobili minacce ricevute in questi giorni. Valeria non starà zitta e posso garantire che il Movimento sarà sempre al suo fianco, in prima linea, per combattere malaffare e corruzione. Coraggio Valeria!”, scrive. “Da anni fianco a fianco. Insieme abbiamo affrontato tante battaglie, tante altre ne combatteremo. Valeria, conosciamo la tua forza e sappiamo che non mollerai di un millimetro, neanche davanti a questi atti vigliacchi. Vi posso assicurare che Valeria non starà zitta e con coraggio continuerà a denunciare le ingiustizie che colpiscono i cittadini. Tutto il MoVimento 5 Stelle è con te”, scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Mentre il presidente della Camera Roberto Fico esprime “piena solidarietà” per le “ignobili e vigliacche intimidazioni ricevute”.

“Valeria, non sei sola nella battaglia per la legalità. Andiamo avanti a testa alta e non ci lasciamo intimidire”, scrive su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi. “Massima solidarietà a Valeria Ciarambino per le intimidazioni ricevute, bisogna tenere alta l’attenzione sul tema della legalità. Va sempre preservato il diritto-dovere ad un confronto civile, senza concessioni o tentennamenti di fronte alle minacce”, dichiara invece il candidato sindaco per la coalizione Pd-M5S a Napoli, l’ex ministro Gaetano Manfredi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Travaglio a La7: “Stato di emergenza? Non c’entra niente coi poteri del governo. Draghi è una persona seria e non ascolterà Salvini”

next
Articolo Successivo

Blocco licenziamenti, Fassina: “Draghi ha ceduto a Confindustria. L’obiettivo è sostituire lavoratori 50enni con giovani meno costosi. Inaccettabile”

next