Un percorso “antiorario” di circa 1.800 chilometri, quello che caratterizzerà la trentanovesima edizione della Mille Miglia. La storica competizione, inaugurata nel 1927, anche quest’anno partirà dalla rampa di viale Venezia per raggiungere Roma e concludere il percorso di nuovo a Brescia, seguendo però un giro antiorario, passando per Viareggio e Bologna.

Un evento che porta sulle strade d’Italia, allo stesso tempo, il gusto classico dell’automobilismo d’epoca e la modernità della mobilità di oggi e di domani. Accanto all’iconico “heritage” – come l’Alfa Romeo Sport Spider del ’54 che apre le danze – protagonisti della gara anche i modelli a batteria della 1000 Miglia Green, come la Porsche Taycan e la Jaguar I-Pace: ad inaugurare e concludere la competizione, sulla pedana di partenza e di arrivo, c’è invece la concept car elettrica di Fabrizio Giugiaro, la Hyper Suv Vision 2030.

«Per molti aspetti, quella del 2021 è una nuova “edizione speciale” dopo la grande avventura autunnale dello scorso anno» ha dichiarato Franco Gussalli Beretta, presidente della Mille Miglia Srl: «penso al ruolo della manifestazione come finestra sul futuro dell’automobile e della mobilità, esattamente come ai tempi in cui, per le strade d’Italia, il mondo intero poteva ammirare il risultato della tecnologia motoristica più avanzata».

La prima giornata di gara ha come tappa il lungomare di Viareggio, poi giovedì 17 si parte alla volta di Pisa, Massa Marittima, passando nella Maremma e arrivando la sera al Palazzo dei Papi di Viterbo; dopodiché viaggio verso Roma, con la passerella di via Veneto che segna il giro di boa per poi tornare verso Brescia. Prima, però, la terza tappa di venerdì attraverserà la Tuscia, per poi entrare di nuovo in Toscana e arrivare infine a Bologna. L’ultima tappa di sabato 19 giugno porterà la 1000 Miglia in un percorso che si snoderà tra Modena e Reggio Emilia, poi Mantova, Sirmione, Salò per tornare infine a Brescia.

Alle supercar e hypercar è dedicato il percorso 1000 Miglia Experience, riservato a modelli esclusivi per livello di tecnologia e design, che prevede più di 70 prove cronometrate lungo il tracciato classico Brescia-Roma-Brescia. La competizione sarà inoltre “esportata” negli Emirati Arabi, con l’inaugurazione della prima 1000 Miglia Experience UAE che si terrà a fine anno, dal 5 al 9 dicembre 2021.

Per questa 39esima edizione, inoltre, la “Freccia Rossa” si tinge anche di rosa grazie a una “Pink car” e al progetto di sensibilizzazione sociale che quest’anno sarà a sostegno del Women’s Cancer Centre dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO), con una raccolta fondi per la lotta ai tumori femminili guidata dalla dottoressa Viviana Galimberti, Direttrice della Divisione di Senologia Chirurgica dello IEO.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Mercato auto Europa: nei primi 5 mesi del 2021 perse 1,7 milioni di immatricolazioni

next