“Sicuramente il Movimento 5 stelle ha un ruolo fondamentale, che piaccia o meno ha rappresentato parte della storia politica di questo paese e rimane il fatto che il centrosinistra attuale non si presenterà così com’è alle prossime elezioni, non è pensabile, si allargherà”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel corso dell’evento online promosso da LeU, ‘Verde e giusta, l’Italia del futuro, a cui ha partecipato anche l’ex premier Giuseppe Conte. “Io sono solidale con lo sforzo di Conte di traghettare verso il futuro il Movimento 5 stelle e io mi auguro che lo traghetti verso il centrosinistra senza esitazione e senza ambiguità – ha aggiunto -, credo che sia quello che vuole fare ma sicuramente i 5 Stelle hanno un ruolo fondamentale”. Il punto per avere un centrosinistra allargato, secondo Sala, è quello di avere “la condivisione di un sistema valoriale, noi dobbiamo credere che qui c’è uno spazio che è legato alla transizione ambientale e sociale e che alla fine diventerà una transizione politica. Su questo bisognerà capire quanto riusciremo a intenderci augurandomi che ci si intenda eccome”, ha concluso. Subito dopo è stato il turno dell’ex premier, che ha parlato del progetto di rifondazione del Movimento 5 stelle che sta portando avanti da alcuni mesi. “Il nuovo M5s – ha detto – sarà completamente rinnovato, volto all’innovazione e completamente riformista e attento alle trasformazioni del lavoro, dell’offerta e delle possibilità per i giovani”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Blocco licenziamenti, Conte: “Non è un nodo che si può affrontare con i codici Ateco”

next
Articolo Successivo

Il governo dice no e impugna la legge della Regione Sardegna che moltiplica le Province: “Senza referendum non possono diventare 8”

next