“È stabile nella sua gravità” la ragazza 18enne operata ieri al Policlinico San Martino di Genova per una trombosi. La ragazza era stata vaccinata il 25 maggio con il composto Oxford-AstraZeneca. La ragazza aveva partecipato a un Open day. Come ha fatto la donna di 42 anni di Lucca ricoverata in condizioni gravissime nella terapia intensiva dell’ospedale Cisanello a Pisa dopo essere stata colpita da un ictus giovedì scorso. Una settimana prima, il 26 maggio, la 42enne era stata vaccinata con la prima dose di AstraZeneca. La Nazione ha riportato la notizia domenica spiegando che i genitori della 42enne hanno deciso di chiedere copia della cartella clinica all’ospedale e di presentare un esposto ai carabinieri per capire se esista una correlazione fra vaccinazione e malore. La donna non aveva patologie pregresse e viene descritta come sempre in forma e molto attiva.

Foto di archivio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, tamponi gratuiti per la comunità Sikh: “Molti di loro sono braccianti agricoli sfruttati, c’è chi non può accedere alle cure”

next
Articolo Successivo

Negazionisti Covid ancora davanti alla Torteria di Chivasso. “I vaccini si insinuano nelle membrane e controllano la gente”

next