Sono 2.436 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, frutto di 238.632 tamponi molecolari e antigenici effettuati, secondo i dati del ministero della Salute. Il tasso di positività resta quindi stabile all’1%, dopo che venerdì era sceso all’1,1%. Sono 57 i morti legati al Covid registrati nelle ultime 24 ore, ancora in calo rispetto a venerdì, quando erano 73. Tutti i numeri della pandemia mostrano un miglioramento della situazione che torna a livelli che non si vedevano dall’autunno scorso, all’inizio della seconda ondata.

Dopo molti mesi gli attualmente positivi al coronavirus in Italia scendono infatti sotto quota 200mila: oggi sono calati di 4.823 unità, a 195.369. Sono 788 i posti di terapia intensiva occupati da pazienti Covid, per la prima volta sotto gli 800, 48 in meno rispetto a ieri con 20 nuovi ingressi. Continua a calare anche il numero dei posti occupati nei reparti ordinari degli ospedali italiani: oggi sono 5.193, 295 in meno rispetto a ieri.

Sono 7.200 i nuovi guariti dal coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. Dall’inizio della pandemia i guariti/dimessi sono 3.908.312. Sempre dall’inizio della pandemia le vittime sono ora 126.472. I casi totali salgono invece a 4.230.153. Venerdì i contagi accertati erano stati 2.557 con 220.939 test. Oggi (sabato) si registra quindi un leggero miglioramento, che diventa più evidente se si guarda ai dati di una settimana fa: sabato 29 maggio erano infatti 3.351 i nuovi casi e il tasso di positività si assestava all’1,3%. Più alto era anche il numero delle vittime in un giorno: 83.

A livello regionale la Lombardia registra 436 contagi giornalieri, seguita dalla Campania con 307 e dalla Sicilia con 234. Il Lazio comunica 210 nuovi positivi, sono pochi di meno in Piemonte (189). Sopra i 100 casi restano poi Puglia (161), Toscana (154), Emilia-Romagna (134) e Veneto (130). Tra le Regioni più piccole, da segnalare solamente i 98 nuovi casi delle Marche, in crescita rispetto ai 71 di venerdì.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giulio Regeni, i genitori a La7: “Documentario egiziano? Un filmetto offensivo verso nostro figlio e l’Italia. Nessuno si costituisca parte civile”

next
Articolo Successivo

“Tutto come prima, ecco la grande bugia del governo Draghi”: la protesta sui barchini a Venezia contro la partenza della nave da crociera

next