I tagli della sanità degli ultimi 20 anni si sono fatti sentire, risorse umani e materiali erano insufficienti, ma la professionalità, l’ingegno e il coraggio ci hanno permesso di far pronte al bisogno richiesto. I dati preoccupanti che abbiamo potuto vedere dimostrano il malessere dei sanitari, dati da non sottovalutare e da prendere in considerazione. Molti operatori vorrebbero cambiare lavoro, molti necessitano di cure”. Lo ha detto Monica Falocchi, coordinatrice infermieristica della rianimazione degli Spedali civili di Brescia intervenuta alle commemorazioni sulla Strage di Piazza Loggia. È l’infermiera che, in piena pandemia, era stata fotografata per il New York Times con i segni sul volto della mascherina tenuta per ore durante le giornate in ospedale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini, Figliuolo annuncia: “Dal 3 giugno si potrà aprire a tutte le classi di età, anche in azienda. Ma vanno intercettati fragili e over 60 che mancano”

next
Articolo Successivo

Mottarone, Tadini: “Sapevano tutti dei blocchi ai freni”. I pm: “Falsificò il registro scrivendo che il controllo aveva dato esito positivo”

next