Un focolaio Covid è scoppiato a partire da metà marzo nel convento Regina Pacis di Bari, nel quartiere di Ceglie del Campo. Tutte le 27 suore della congregazione delle Suore adoratrici del sangue di Cristo sono risultate positive al tampone.

Quattro di loro, la più giovane di 82 anni e la più anziana di 104, sono decedute nei giorni scorsi a causa del virus, 18 si trovano attualmente in isolamento nel convento e cinque sono state ricoverate in ospedale.

All’interno della struttura non erano ancora partite le vaccinazioni anti-Covid. La Asl ha preso in carico la situazione e sta monitorando lo stato di salute delle religiose in isolamento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oxfam ed Emergency: “Vaccinazioni troppo lente, varianti rischiano di vanificare sforzi. Condividere brevetti e tecnologie”

next
Articolo Successivo

Covid, il rapporto Iss sulle varianti: “Quella inglese rappresenta l’86% dei casi, la brasiliana il 4%. Restrizioni ancora necessarie”

next