“Se davvero si vuole affermare l’inizio di una nuova stagione riformista, passiamo dalle parole ai fatti e indico alcuni temi su cui volentieri lanciamo la sfida sui contenuti a chi si proclama riformista: giustizia, sud, cantieri, diritti, riforme, lavoro. Questi sono i contenuti del riformismo, vediamo il Pd da che parte sta“. Lo ha detto il leader di Italia viva, Matteo Renzi nel suo intervento all’assemblea del partito. E ha aggiunto: “Siamo pronti al confronto, ma va spezzata insieme la catena di odio che la politica italiana ha creato in questi anni e che ha un grande responsabile: l’atteggiamento di Beppe Grillo. C’è una grande novità con il Pd di Letta, a cui va il mio sincero augurio, che rappresenta una svolta rispetto all’epoca Zingaretti. Mi pare che non ci sia più ‘Conte o morte’, non ci sia più il proporzionale. Tutto è cambiato in modo molto rapido. Le parole sono interessanti ma sulle parole non è difficile trovarsi, servono fatti”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia Viva, Renzi all’assemblea: “Non ho nostalgia di Casalino. Ha fatto dell’aggressione verso gli avversari una cifra della comunicazione”

next
Articolo Successivo

Trentino, due consigliere passano a Fratelli d’Italia e il presidente della Lega passa agli insulti: scontro nel centrodestra e dimissioni

next