Non si può e non si deve convivere con il virus. È una tattica sbagliata, noi stiamo facendo da troppo tempo tattica inseguendo il virus, chiudiamo quando i contagi sono troppo diffusi e gli ospedali raggiungono il livello di guardia. E’ una tattica che non paga. Ogni settimana di ritardo nella chiusura comporta tre settimane per ritornare all’Rt iniziale”. Lo ha detto Raffaele Bruno direttore del reparto di Malattie infettive del San Matteo di Pavia, ospite di Buongiorno su Sky Tg24.

Video Sky Tg24

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

San Ferdinando, l’ombra delle cosche sul caporalato: nove arresti. Braccianti costretti a lavorare nei campi per 20 euro al giorno

next
Articolo Successivo

Bologna, Bordon (Ausl): “Terapie intensive piene anche se i pazienti sono più giovani. Questa nuova ondata sta avendo impatto violento”

next