Erano intervenuti per disperdere un assembramento di giovani fuori dal centro commerciale di Arese, ma sono stati aggrediti da due ragazzi. Per questo motivo i carabinieri delle stazioni di Arese e Lainate, in provincia di Milano, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Milano, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in istituto di pena minorile e di collocamento in comunità, emessa dal gip del Tribunale per i minorenni di Milano, nei confronti di un 17enne di Arese, e di un 18enne di Rho – minorenne all’epoca dei fatti – ritenuti responsabili, in concorso fra loro, dei reati di lesioni personali aggravate, resistenza a un pubblico ufficiale aggravata continuata, oltraggio a un pubblico ufficiale, furto e porto illecito di oggetto atto ad offendere. In particolare, come si vede nel video, le investigazioni hanno permesso di accertare come i ragazzi, il 25 ottobre scorso, in occasione dell’intervento di militari della stazione carabinieri di Lainate al centro commerciale ‘Il Centro’ di Arese, dopo una segnalazione per schiamazzi e assembramenti, si erano scagliati contro i militari con spintoni e pugni in volto, provocando loro delle lesioni personali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Locatelli: “Variante inglese più contagiosa in bambini e giovani fino a 19 anni, ma non è più grave”

next
Articolo Successivo

“Così si è mosso il contagio nelle province di Milano e Lodi in un anno di Covid”: il video in timelapse dell’Ats

next