Quattro anni fa sembrava destinato a diventare un paese fantasma, oggi invece un piccolo comune in provincia di Nuoro è meta di smart-worker da tutto il mondo. È la storia di Ollolai, un paesino di poco più di 1.200 abitanti situato nella Barbagia, una vasta regione montuosa della Sardegna centrale che si estende sui fianchi del massiccio del Gennargentu. Il tutto, come racconta il Corriere della Sera, è nato nel 2018 da un’idea dell’allora primo cittadino Efisio Arbau, che ha deciso di mettere in vendita tredici case in pieno centro storico a un euro. Le abitazioni erano vecchie, da ristrutturare e in disuso, e i nuovi acquirenti hanno l’obbligo, da contratto di proprietà, di ammodernarle. A farsi avanti sono stati più di 2.500 aspiranti cittadini.

La fama del paesino è cresciuta al punto che pochi mesi dopo Ollolai è diventato il set di un reality show olandese, “Ollolanda”. Cinque coppie si sono trasferite in Barbagia per provare un nuovo stile di vita, vivendo a contatto con la popolazione locale. Il reality è stato seguito in Olanda da 716 mila telespettatori con oltre 10% di share e i vincitori del programma, due stilisti olandesi, hanno pure organizzato una sfilata tra le strade del paesino per festeggiare. Ollolai è conosciuto anche dal pubblico anglofono grazie alla involontaria pubblicità di Arnold Schwarzenegger. L’attore austriaco considerava suo migliore amico Franco Columbu, cittadino di Ollolai e culturista, unico italiano a vincere il titolo di Mister Olympia. Nel 2019, in occasione della morte dell’amico, Schwarzenegger lo omaggiò contribuendo ad accrescere la fama del piccolo paese.

Poi è arrivata la pandemia, e Ollolai è riuscito a capitalizzare la fama internazionale raggiunta finora, diventando meta di manager e lavoratori in smartworking in cerca di una casa in cui lavorare circondata dalla natura. Il paesino ospita infatti dirigenti da New York, professori da Londra, dottorandi universitari e tanti altri professionisti. Grazie al progetto “Ollolai Capitale”, finanziato dalla Regione Sardegna, dai privati e dallo stesso comune, sono stati stanziati 4.439.700 di euro per intervenire sulle case, sul centro storico e sull’architettura del paesino per renderlo sempre più attrattivo per il nuovo turismo. Obiettivo del progetto è la creazione di aree coworking e un centro polifunzionale con spazi culturali e informativi. Inoltre si punta a creare spazi gioco nel centro storico e coinvolgere i giovani per strutturare una campagna social, come il blog “I diari di Ollolai”, per promuovere il piccolo paese della Barbagia.

L’espansione internazionale di Ollolai, riferisce sempre il Corriere, si è ulteriormente rafforzata quando il Comune ha stretto un protocollo d’intesa con una società con sede a Londra per aprire le porte agli investitori inglesi con l’obiettivo di riqualificare gli immobili e venderli sul mercato. Più di trenta abitazioni sono coinvolte in questo protocollo e saranno vendute al prezzo di mercato, lontano dall’euro iniziale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili