“Con il Ponte di Genova abbiamo dimostrato che in Italia quando si vuole si può fare. Ora dobbiamo poter lavorare nello stesso modo anche in altri contesti e altre regioni. Per questo noi chiediamo di azzerare il codice appalti“. Matteo Salvini torna alla carica e invoca, di nuovo, la cancellazione del codice appalti. Intervistato a Rtl 102.5, il leader della Lega chiede di attuare la normativa europea già esistente per velocizzare i cantieri e di “esportare il modello Genova in tutta Italia”. Cosa, però, che non è possibile, visto il caso di eccezionalità che ha coinvolto la costruzione del nuovo viadotto nel capoluogo ligure.

Audio Rtl 102.5

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Nuovo Dpcm, verso la linea dura sulla scuola: chiusura di tutte le classi non solo nelle zone rosse ma anche dove c’è alto contagio

next