“Negli ultimi giorni abbiamo avuto pazienti che ci vengono dati dalla centrale operativa lombarda provenienti dalla zona di Brescia“. Sono le parole del direttore sanitario dell’azienda ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Fabio Pezzoli, che ha parlato della situazione epidemiologica della propria provincia ma anche di quella di Brescia. “Gli ospedali bresciani sono vicini al collasso e stanno mandando alcuni pazienti in altre strutture. Noi, comunque, siamo pronti ad accogliere queste persone e possiamo ospitare 128 pazienti in letti ordinari e 32 pazienti in terapia intensiva. Negli ultimi giorni l’età media dei ricoveri si è leggermente abbassata e per questo siamo molto preoccupati. Fondamentale andare avanti a spron battuto con i vaccini perché saranno la nostra unica vera risoluzione al problema”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La chiamata a casa e la puntura in ambulatorio. In Toscana i medici di base gestiscono il vaccino degli over 80: “La Regione scommette su di noi”

next
Articolo Successivo

Covid, Bonaccini: “Inizia la terza ondata”. Toti rompe il fronte della concordia su Draghi: “Solo chiusure? Non c’è cambio di passo”

next