Sabato azzurro agli Australian Open: i tennisti Matteo Berrettini e Fabio Fognini si sono qualificati per gli ottavi di finale del torneo Slam di Melbourne. È la seconda volta nella storia delle 109 edizioni che due azzurri si qualificano agli ottavi di finale. La prima era accaduto nel 2018 allo stesso Fabio Fognini e Andreas Seppi.

Il tennista romano è riuscito a battere il russo Karen Khachanov in tre set, nonostante un problema muscolare all’addome che lo ha costretto a ricorrere alla fisioterapia durante l’ultimo set. La partita si è conclusa con i parziali di 7-6(1), 7-6(5), 7-6(5). “Ho sentito un dolore sotto le costole – ha detto Berrettini dopo la vittoria – Il fisioterapista ha detto che dovrebbe trattarsi di una contrattura e non per fortuna di uno stiramento. Speriamo di poter recuperare al meglio per il prossimo match”.

Fognini ha sconfitto in tre set con un punteggio di 6-4, 6-3 e 6-4 l’idolo locale Alex De Minaur, durante una delle migliori partite giocate in carriera dal tennista ligure.

Agli ottavi Berrettini si troverà di fronte Stefanos Tsitsipas, quinta testa di serie del ‘seeding‘, mentre Fognini è atteso domenica alla supersfida con Rafael Nadal che ha battuto in tre set Cameron Norrie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ti ricordi… Quando Mino Raiola portò Bryan Roy al Foggia di Zeman: con “l’olandese dell’Ajàx” i pugliesi diedero spettacolo

next
Articolo Successivo

Australian Open, Serena Williams stupisce. A 39 anni “è come tornare indietro nel tempo”

next