Una valanga ha colpito un gruppo di cinque persone nello Utah. I ragazzi erano in motoslitta, in una zona da loro conosciuta e frequentata, quando il rumore della valanga li ha allertati. “La montagna ha tremato. Ho subito pensato a un terremoto. Poi ho visto la valanga. Ho urlato più forte che potevo ai miei fratelli e tirato la corda dello zaino anti valanga. Ma questo è stato il mio primo errore, era spento, non l’avevo acceso. Poi ci ha colpito la neve. In qualche modo mi sono spostato solo di qualche metro, rimanendo in cima all’onda di neve, un miracolo”. Questo il commento di uno dei ragazzi, tutti sopravvissuti, che ha poi raccontato di essersi messo alla ricerca degli altri, trovandoli tutti sani e salvi. Qualcuno di loro è rimasto sepolto, fortunatamente con la testa fuori dalla neve, come si vede anche dal filmato postato sui social.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Birmania, terzo giorno di proteste: militari minacciano risposta dura. Ue e Uk chiedono riunione Onu

next
Articolo Successivo

Cuba somministrerà il suo vaccino anche ai turisti: “Induce memoria immunitaria di lunga durata”

next