Durante il fine settimana, il primo in zona gialla con negozi e bar aperti, la polizia locale di Bergamo ha dovuto chiudere la strada dello shopping del centro di Bergamo Bassa, e la Corsarola, principale arteria di Città Alta, per le troppe persone presenti. Lo ha reso noto il sindaco Giorgio Gori, che su Facebook ha diffuso un videomessaggio dai toni molto duri. “Abbiamo ritrovato oggi la libertà di movimento dopo settimane di chiusura e restrizioni e pensavo che questo weekend fosse accompagnato da maggiore buonsenso – ha detto – invece in centro c’erano migliaia di persone, con la polizia locale che ha dovuto sciogliere tanti capannelli di giovani che non rispettavano le distanze e l’uso delle mascherine”. “Tutto ciò è molto stupido – ha concluso – di questo passo torneremo in zona rossa, con limitazioni che hanno già creato danno agli operatori. Lancio un appello ai giovani: per favore, serve responsabilità soprattutto a Bergamo, dopo la terribile esperienza della scorsa primavera. Non roviniamo tutto ora

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi, gradimento dei leader: la fiducia in Draghi già al 71%, Conte secondo al 65%, poi Speranza e Gentiloni. L’unico che cala è Renzi

next
Articolo Successivo

Conte ai parlamentari M5s: “Non entrerò nel governo, ma voltare le spalle a Draghi è come voltarle al Paese. Temo la Lega sul Recovery, noi siamo l’ago della bilancia”

next