“Ieri ho incontrato Draghi: un colloquio lungo, molto aperto al termine del quale gli ho fatto gli auguri di buon lavoro. Mi descrivono come un ostacolo, evidentemente non mi conoscono o parlano in mala fede. I sabotatori cerchiamoli altrove”. Lo dice Giuseppe Conte, premier uscente, parlando fuori da Palazzo Chigi. “Agli amici del Movimento 5 stelle dico: io ci sono e ci sarò

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Draghi, Taverna: “Il nostro è un no a un governo tecnico. Conte? Patrimonio da preservare”

next
Articolo Successivo

Conte: “Sì a governo politico”. Ai 5 Stelle: “Ci sono e ci sarò”. E rilancia il patto col Pd. Zingaretti lo incorona leader del fronte progressista

next