“Il nostro giudizio sull’operato di Conte è complessivamente positivo. Ora riteniamo che il confronto debba essere ampio e senza veti e sulle cose da fare: Recovery, campagna vaccinale e rilancio economico e secondo noi ci sono le condizioni per chiudere questa crisi in tempi rapidi”. Così Andrea Marcucci, capogruppo del Pd in Senato, risponde ad alcune domande dei giornalisti fuori da Palazzo Madama. Intanto sulle voci della nascita del gruppo di senatori ‘costruttori’ Marcucci afferma: “Non ci sto lavorando, ma se ci sarà non può essere che un bene”. Sulle ipotesi che vedono il leader di Italia Viva suggerire nomi di premier 5 stelle al posto di Conte, come trapela da indiscrezioni di stampa, il presidente dei senatori dem è netto: “Per noi l’ipotesi sul campo è quella di dare un nuovo incarico al presidente Conte”. Ma è un Conte a tutti i costi? “Non c’è un Conte a tutti i costi – risponde Marcucci – io credo che ci debba guidare il buonsenso e oggi il buonsenso ci guida in quella direzione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il centrodestra salirà unito al Quirinale, Salvini: “Governo porti avanti provvedimenti urgenti, poi voto”

next
Articolo Successivo

Cento anni di sinistra, perché ritengo molto utile la raccolta degli articoli sul Pci curata da Repubblica

next