“Perché Matteo Renzi ha cominciato sin dall’inizio ad attaccare il presidente del Consiglio Giuseppe Conte? Prima di tutto perché è inaffidabile, poi perché vuole stare al centro dell’attenzione e infine, perché vuole disintegrare tanto Conte quanto il Movimento Cinque stelle”. Così Andrea Scanzi, conduttore di ‘Accordi&Disaccordi’, insieme Luca Sommi, con la partecipazione di Marco Travaglio, in onda tutti i mercoledì alle 21.25 su Nove. “L’unico elemento politico che vedo è che più si cimenta il rapporto Zingaretti-Di Maio-Bersani, più si crea il campo progressista, più non ha alcun ragion d’essere la forza – si fa per dire – di Matteo Renzi, perché a quel punto a chi parla Matteo Renzi? – si chiede il giornalista – Poi però ci sono due elementi, secondo me, proprio personali che ci sono sempre stati: il primo è il bisogno di Renzi di avere il centro dell’attenzione: io sono veramente convinto che tutto questo casino lui l’ha fatto anche solo per vedere per settimane i talk show parlare solo di lui – ha spiegato Scanzi – “L’ultimo aspetto che è forse il più importante è che Matteo Renzi detesta tutto ciò che è incarnato da Conte e dal Movimento Cinque stelle, quindi il grande sogno di Renzi era quello di entrare in questo governo e poi, in qualche modo, disintegrare tanto Conte quanto il Movimento Cinque stelle. Lo avrebbe fatto cadere anche un anno fa: se non è caduto il governo allora, è perché è arrivato il Covid, altrimenti sarebbe caduto sulla prescrizione. Ha aspettato un po’ fino a quando ha dovuto far saltare il banco. Infine, secondo Scanzi “la sensazione è che si sia sopravvalutato tantissimo Matteo Renzi. Quando lo si descriveva e lo si descrive – penso a persone intelligenti come Gianrico Carofiglio, come Beppe Severgnini – ‘è un talento puro’, ecco io trasecolo perché se è un talento puro Matteo Renzi, De Gasperi cos’era?”, ha concluso il conduttore.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile in live streaming e successivamente on demand sul nuovo servizio streaming discovery+ nonché su sito, app e smart tv di TvLoft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Covid, Massimo Galli ad Accordi&Disaccordi (Nove): “La variante brasiliana? Dimostra che l’immunità di gregge non si ottiene facendo ammalare tante persone”

next
Articolo Successivo

Marco Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Perché Renzi ha lasciato due ministeri? Perché pensava di ottenerne in cambio altri più pesanti”

next