Il conduttore Flavio Insinna si è unito ai volontari di Emergency di Catanzaro per distribuire i pacchi del progetto Nessuno escluso, che prevede la consegna di beni di prima necessità a quelle famiglie che si trovano in difficoltà economica a causa della pandemia. Nessuno escluso è un programma di sostegno iniziato lo scorso maggio e attivo nelle città di Catanzaro, Milano, Roma, Napoli e Piacenza. Viene consegnato un pacco alimentare a settimana a seconda nel numero dei componenti del nucleo familiare, al quale si aggiunge mensilmente un pacco di prodotti per la pulizia della casa e per l’igiene personale. Dallo scorso maggio ad oggi, in tutta Italia sono stati consegnati oltre 57500 pacchi alimentari a 2580 famiglie grazie all’aiuto di 925 volontari. “Nel mio piccolo cerco di esserci quando c’è da dare una mano a Emergency – ha spiegato il conduttore – Essendo una persona fortunatissima per me è un obbligo morale, non potrei fare altrimenti”

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Consulta solleva questione davanti a se stessa per cognome materno a figli nati fuori dal matrimonio

next
Articolo Successivo

Diverso da chi? – Il libro di Nicolò Cafagna: “Uso l’ironia per abbattere il pietismo e le barriere invisibili che isolano i disabili”

next