I colori della bandiera Usa dipinti in faccia, petto nudo con numerosi tatuaggi bene in vista e in testa un copricapo di pelliccia con tanto di corna da bufalo: è questo il ritratto di Jake Angeli, lo “sciamano di QAnon” che mercoledì 6 gennaio ha guidato l’assalto di un gruppo di manifestanti pro-Trump – suoi fedelissimi – al Congresso americano. Trentadue anni, aspirante attore di origini italo-americane, Angeli è soprattutto uno dei personaggi più noti dell‘estrema destra americana complottista: il suo volto è diventato un simbolo dell’attacco a Capitol Hill, immortalato mentre esulta sedendo sullo scranno del vice-presidente Mike Pence al Senato.

Già prima dei fatti di Washington però, lo “sciamano” vestito da vichingo era apparso in diverse occasioni: qualche mese fa era apparso in prima linea in Arizona nelle manifestazioni contro l'”elezione rubata” a Trump e si era reso protagonista anche di un’altra protesta durante la quale aveva preso il microfono e aizzato la folla rilanciando le teorie complottiste della setta di QAnon, di cui si è autoproclamato appunto “sciamano”. Jake Angeli è infatti uno dei più importanti credenti, seguaci e divulgatori della teoria cospirazionista di estrema destra secondo cui il mondo sarebbe guidato da una rete di pedofili contro cui lotta solo il suo idolo, Donald Trump. Come fa notare il sito Bufale.net, in diverse occasioni il 32enne è stato associato dai sovranisti al movimento Black Lives Matter ma si tratta appunto di una bufala: l’unico movimento a cui appartiene è quello di QAnon, come lui stesso rivendica sui suoi profili social.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

L’irruzione, gli spari, la fuga: l’assalto al Congresso in dieci immagini. Le foto di una delle giornate più difficili per la democrazia americana

next
Articolo Successivo

Usa, c’è solo un agente ad affrontare i sostenitori di Trump che hanno appena fatto irruzione – Video

next