Una sparatoria fra minorenni è avvenuta a Sale, in provincia di Alessandria. Due ragazzi, entrambi nomadi secondo le prime notizie, sono rimasti feriti in modo grave. I carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica della sparatoria fra i due minorenni avvenuta lungo la circonvallazione esterna del paese, 4mila abitanti in prossimità del Tanaro del Po, a pochi metri dal campo nomadi di piazza Winston Churchill dove spesso stazionano alcuni giostrai.

Uno dei feriti è stato trasportato nell’ospedale del capoluogo con mezzi propri ed entrambi presentano ferite da arma da fuoco. Uno dei due, in condizioni critiche, avrebbe ancora un proiettile in corpo, l’altro è in prognosi riservata. La sparatoria sarebbe avvenuta la scorsa notte, per strada, vicino a dove abitano. Sul posto ci sono i militari dell’Arma di Alessandria, Tortona e Sale che hanno chiuso la strada che porta al campo nomadi.

Stando a quanto riporta Repubblica, i due feriti hanno 15 anni e sono parenti. Uno dei due, pur non essendo ancora considerato fuori pericolo, è già stato ascoltato dagli investigatori, ai quali ha raccontato di non ricordare nulla di quanto accaduto. Non è invece stato possibile sentire l’altro, il ragazzo che ha ancora la pallottola in corso, perché non è in grado di parlare e le sue condizioni vengono giudicate molto gravi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Omicidio Franco Colleoni, arrestato il figlio dell’ex segretario provinciale Lega Bergamo. “Aggredito dopo una lite per il ristorante”

next
Articolo Successivo

“Abbiamo preso una, ci mancava poco per ammazzarla”, due arrestati per stupro a Milano

next