Quando la notizia della sua morte si è diffusa, in tutto il paese e sui social i messaggi di cordoglio si sono moltiplicati velocemente. Non solo nel mondo della politica, alla quale si era dedicato da ormai molti anni, ma anche dell’associazionismo, dello sport e dell’imprenditoria. Gianluca Bertini, 55 anni, non era solo al suo terzo mandato come assessore al Bilancio del Comune di San Miniato, in provincia di Pisa, ma un punto di riferimento per tutta la comunità, visto che lo stesso impegno messo nella politica lo riservava anche alle varie iniziative del comprensorio, come ricordano i suoi colleghi di partito. E lo faceva sempre allo stesso modo: con grande coinvolgimento ma senza mai puntare ai riflettori. Se ne è andato dopo mesi di lotta con il coronavirus, lasciando la moglie Lina e le figlie Chiara e Valeria.

La notizia della positività era arrivata a ottobre, al presentarsi dei primi sintomi come tosse e febbre. Poi la situazione è degenerata, tanto che è stato necessario il ricovero in ospedale dove è continuato a peggiorare, fino a venerdì 11 dicembre, quando è deceduto. La sua morte ha scosso l’intera comunità: amici, compagni di partito e anche esponenti di altre formazioni gli hanno reso omaggio pubblicamente. Il sindaco di San Miniato, Simone Giglioli, ha detto di aver perso “un fratello maggiore, perdo la persona che forse ho sentito più vicina. Un ragazzo straordinario, dalle doti uniche. Un braccio e una spalla sempre pronti a dare una mano, non era solito risparmiarsi su niente, sia in azienda, sia per il paese, sia per il partito, sia in famiglia e sia per il Comune”.

A lui si è unito anche l’ex sindaco, Vittorio Gabbanini, che con Bertini ha condiviso i dieci anni di mandato alla guida del Comune della Rocca: “Non riesco a trovare le parole, non riesco a dirti addio. È un giorno di dolore straziante e che mi spezza il cuore – ha scritto sul suo profilo Facebook – Amico, confidente, compagno di viaggio, abbiamo condiviso tutto in questi anni. Sei sempre stato generoso e altruista, impegnato nella comunità, nel sociale, nello sport, nella politica, un uomo che non si è mai risparmiato e che ci ha donato tanto. Il tuo ricordo rimarrà sempre in ciascuno di noi. Ciao Gianluca, San Miniato non ti dimenticherà mai”.

Anche il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, originario della cittadina a cavallo tra le province di Pisa e Firenze a cui è rimasto molto legato, ha dato l’ultimo saluto a Bertini: “La società civile, la politica e San Miniato subiscono una grave perdita. La mia vicinanza va ai familiari e a tutta la comunità sanminiatese”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Addio a Lucio Moderato, il professore che si batteva per le persone autistiche: ha insegnato che le possibilità contano più dei deficit

next