Con il Natale che si avvicina le strade del centro di Roma tornano ad affollarsi. Chiusi i centri commerciali per il ponte dell’Immacolata, i romani hanno scelto di fare i propri acquisti nel tridente. Piene via Condotti e via del Babbuino. In via del Corso l’eccessivo numero di presenze ha fatto scattare più volte le chiusure temporanee. Presenti sul posto per vigilare sul rispetto delle regole anti-Covid volontari della Protezione Civile, Carabinieri e Polizia locale. “In campo abbiamo circa ottanta uomini. Il personale è dislocato nel tridente, a Prati e in tutte le zone interessate dallo shopping. Anche ad Ostia abbiamo una ventina di persone” spiega Paolo Bernardi, dirigente della Polizia di Roma Capitale. Di fronte ad alcuni store dei marchi più in voga gli ingressi sono stati contingentati così da formare la fila sui marciapiedi. “Lo struscio è notevole, sembra essere tornati ai vecchi tempi. Purtroppo non c’è un riscontro economico a così tanta gente” commenta David Sermoneta, presidente di Confcommercio Centro Storico. “Gli acquisti sono improntati alla prudenza perché non c’è più la spensieratezza. In questo momento, di fronte al fatto di non aver un orizzonte temporale ben preciso di quando terminerà la crisi, la gente gli acquisti li fa con molta più oculatezza”

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zaki, si è svolta l’udienza sulla scarcerazione al Cairo ma l’esito si saprà soltanto domani. L’avvocata: “Sono pessimista”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Cartabellotta: “Disastro sociale a Natale? La tragedia sono i 20mila morti dell’ultimo mese, vanno messe in fila priorità”

next